Come disabilitare la compressione in OpenVPN

Molto semplicemente modificate il file:

sudo nano /etc/openvpn/server.conf

Commentando la riga dove c’è lo voce compression con un # davanti.

Ovviamente ho omesso di dire che c’è una falla nel sistema che comprime i pacchetti, come dimostrato da Ahamed Nafeez che se volete approfondire potete leggere qua:

https://community.openvpn.net/openvpn/wiki/VORACLE

Nota: nelle ultime versioni di OpenVPN per iOS se avete la compressione abilitata non riuscirete ad utilizzarla. Quindi la soluzione è disattivarla dal server e rigenerare o modificare il certificato.

Come cambiare porta a OpenVPN

Se avete appena installato la vostra VPN personale (qui la guida per crearne una con un Raspberry Pi) e volete cambiare la porta di default (la 1194) ecco a voi come fare!

Per modificare la porta all’esterno della vostra rete locale nel caso usiate un indirizzo IP statico o un dominio dinamico (in modo che il certificato vi venga generato con la porta esterna corretta):

sudo nano /etc/openvpn/easy-rsa/pki/Default.txt

Per modificare invece la porta interna, quindi quella che ascolterà in locale:

sudo nano /etc/openvpn/server.conf

Riavviate poi il servizio con:

sudo service openvpn restart

Nel caso abbiate già dei certificati installati, dovrete cambiarle manualmente nel certificato (potete modificarlo essendo un file testuale) oppure rigenerarlo.