Come cambiare root directory ad Apache

Se riscontrate dei problemi con Apache e volete spostare le cartelle in cui risiedono i file, per cambiarlo dovete ovviamente specificarglielo.

Spostatevi nella cartella in cui avete tutte le configurazioni:

cd /etc/apache2/sites-available/

Selezionate quella che vi interessa (nel caso usiate quella di default dovrebbe essere questa):

sudo nano default-ssl.conf

E modificate la riga con la cartella che preferite

DocumentRoot /var/www/wordpress

Poi riavviate Apache con:

sudo service apache2 stop
sudo service apache2 start

Come installare Ghost su Raspberry Pi

Non sto neanche a introdurvi Ghost perché probabilmente se siete qua è perché lo conoscete già.

Andiamo subito al dunque (presupponendo che abbiate già installato un web server e Node js). Loggatevi tramite SSH al Raspberry ed eseguite i comandi:

cd /home/pi
curl -L https://ghost.org/zip/ghost-latest.zip -o ghost.zip
unzip -uo ghost.zip -d ghost
cd ghost/
npm install --production

Modificate il file di configurazione con il vostro IP (invece di 127.0.0.1) in modo da poter accedere anche dal vostro computer (ma solamente nella rete locale):

sudo nano config.js

Ed eseguite Ghost con:

npm start

Voilà, create l’account amministratore ed ecco a voi il vostro nuovo blog pronto per essere usato!

Semplice no?

Come scaricare sottotitoli da OpenSubtitles con Raspberry Pi

Avete sempre desiderato scaricare sottotitoli senza dover perdere tempo o dover visualizzare mille pubblicità? Ecco che arriva la soluzione!

OpenSubtitle website

Installate prima di tutto le dipendenze:

sudo apt-get install php5 libapache2-mod-php5 php5-intl lighttpd php5 php5-xmlrpc
sudo apt-get install git-core

Installate anche Composer con:

curl -sS https://getcomposer.org/installer | php
sudo mv composer.phar /usr/local/bin/composer
composer install --dev

Poi cambiate cartella:

cd /var/www/html/
sudo git clone https://github.com/marcotini/opensubtitles
cd opensubtitles

Ora configurate lo script:

sudo mv .env.example .env
sudo nano .env

E inserite i vostri dati di username e password di OpenSubtitles (nella lingua mettete ITA), salvate ed eseguite:

./opensubtitles.php

Incollate ad esempio 0068646 e voilà. Sottotitoli scaricati direttamente dal vostro Raspberry Pi tramite terminale! Fantastico no?

Come installare Monit su Raspberry Pi

Monit è un servizio che vi permette (il nome lo lasciava intuire) di monitorare diversi servizi e applicativi che volete rimangano sempre attivi e che non smettano di funzionare da un momento all’altro.

Detto in parole semplici, ogni 2 minuti (potrete cambiarlo) controlla che tutto sia ok, nel caso non lo sia può riportare i servizi in running oppure eseguire qualche operazione tipo un avviso tramite email o qualcosa di simile.

Arriviamo al dunque:

sudo apt-get install monit

Successivamente modificate il file:

sudo nano /etc/monit/monitrc

Togliendo il commento a queste righe per far in modo che possiate controllarlo:

set httpd port 2812
use address localhost # only accept connection from localhost
allow localhost # allow localhost to connect to the server and
allow admin:monit

Poi riavviate monit con: monit reload

E controllate lo stato con monit status e voilà.

Nelle prossime guide vedremo come tener attivi SQL e Apache (nel caso abbiate dei web server che volete rimangano always on).

Come visualizzare l’elenco dei Wi-Fi conosciuti del Mac

Se volete visualizzare una lista completa di tutti gli hotspot Wi-Fi al quale il vostro Mac si è connesso, vi basterà aprire il terminale ed eseguire:

networksetup -listpreferredwirelessnetworks en0

Oppure, nel caso:

defaults read /Library/Preferences/SystemConfiguration/com.apple.airport.preferences |grep SSIDString