Come fare gli aggiornamenti di macOS da terminale

L’App Store su macOS c’è oramai da diversi anni ed è molto comodo e user friendly. Resta però un fatto che ancora oggi il terminale non ha perso il suo fascino, quindi ecco a voi come fare l’aggiornamento delle vostre app (chiamarli programmi suona strano da un’App Store).

Per la lista degli aggiornamenti da fare vi basterà eseguire:

softwareupdate -l

Mentre per aggiornare tutto:

sudo softwareupdate -iva

Se volete vedere gli altri comandi invece:

softwareupdate -h

Come connettersi SSH al Raspberry Pi

Anche questa semplice guida come quella per aggiornarlo potrà sembrar banale per molti, però probabilmente per altrettanti non è così tutto ovvio e nessuno nasce imparato.

Presupponendo che il vostro computer sia connesso alla stessa rete locale (Wi-Fi o ethernet che sia) e che il Raspberry abbia l’SSH server attivo, nel caso attivatelo in questo modo.
E presupponendo anche che non abbiate cambiato hostname (raspberrypi.local) ne username (pi in questo caso) lasciando quelli di default di Raspbian.

Ora dipende tutto dal sistema operativo dal quale vi volete connettere.

Se siete da macOS o da Linux, vi basterà aprire il terminale e digitare:

ssh pi@raspberrypi.local

Inserire la password (che di default sarà raspberry) e voilà, collegati! Ora potrete comandare a distanza il vostro Raspberry senza dover avere una tastiera collegata o un monitor.

Se invece siete da Windows dovrete installare un software per poterlo fare, ad esempio Putty. Seguite i passaggi e nei parametri mettete come sopra, raspberrypi.local come hostname e pi come user.

Mentre se non avete un computer ma uno smartphone, per iOS c’è Terminus mentre per Android JuiceSSH.

Come usare Screen con Raspberry Pi

Se dovete eseguire qualche operazione laboriosa da terminale, qualche script o magari volete che rimanga sempre in esecuzione… Screen penso faccia al caso vostro.

Prima di tutto installiamo il pacchetto con:

apt-get install screen

Per far partire un terminale sempre in esecuzione digitate:

screen bash

Eseguite quello che volete che continui ad eseguire (magari avviate uno script Bash). Poi per tornare alla schermata precedente (cioè al terminale principale) premete:

CTRL + A
CTRL + D

Per avere la lista di tutti i terminali in esecuzione:

screen -list

E per riconnettervi a un terminale precedentemente aperto:

screen -r

Oppure se ne avete più di uno aperto (ad esempio):

screen -r 1234.pts-0.raspberrypi

Mentre per terminare un terminale (lol per il gioco di parole):

CTRL + D

Semplice no?

Come connettere il Raspberry Pi al Wi-Fi

Per connettere il vostro Raspberry Pi al Wi-Fi innanzitutto dovete averlo connesso o tramite ethernet (e quindi tramite terminale dal vostro computer) o tramite HDMI e tastiera fisica.

In ogni caso, aprite il terminale e modificate questo file con le regole per connettervi al Wi-Fi.

sudo nano /etc/wpa_supplicant/wpa_supplicant.conf

Ad esempio potete inserire (modificando l’ssid e il psk) questa connessione.

network={
ssid="Network name"
psk="password"
proto=RSN
key_mgmt=WPA-PSK
pairwise=CCMP
auth_alg=OPEN
}

Ora il vostro Raspberry Pi si connetterà automaticamente al Wi-Fi con quel nome e quella password (a meno che non abbiate modificato anche l’interface).

Come installare Plex su Raspberry Pi

Installarlo è abbastanza semplice e non dovreste incontrare difficolta se non avete fatto troppe modifiche a Raspbian.

Incollate queste righe di comando nel terminale e attendete (potrebbe richiedere anche diversi minuti quando compatta l’archivio, quindi non spaventatevi o provate ad interrompere… aspettate).

cd ~
wget http://dev2day.de/skeleton.tgz
tar -xzf skeleton.tgz
wget https://downloads.plex.tv/plex-media-server/0.9.12.19.1537-f38ac80/PlexMediaServer-0.9.12.19.1537-f38ac80-arm7.spk
mv PlexMediaServer-0.9.12.19.1537-f38ac80-arm7.spk PlexMediaServer-0.9.12.19.1537-f38ac80-arm7.tgz
tar -xvf PlexMediaServer-0.9.12.19.1537-f38ac80-arm7.tgz
tar -xvf package.tgz -C skeleton/usr/lib/plexmediaserver
rm -r skeleton/usr/lib/plexmediaserver/dsm_config
cd skeleton/usr/lib/plexmediaserver
find . -iname “*.so” -exec chmod 644 {} \;
find . -iname “*.so.*” -exec chmod 644 {} \;
cd ~
sudo apt-get install fakeroot -y
fakeroot dpkg-deb –build skeleton ./
sudo dpkg -i plexmediaserver*
rm skeleton.tgz
rm -R ~/skeleton
rm plex*.deb
sudo apt-get install libexpat1 -y
sudo apt-get install mkvtoolnix -y

E ora andate da browser e aggiungete :32400/web/index.html al fondo del vostro IP o del vostro hostname (di solito raspberrypi.local).

Fonte: https://www.htpcguides.com/install-plex-media-server-on-raspberry-pi-2/