Come installare Pokémon Go bot su Raspberry Pi

Prima di tutto connettetevi tramite ssh al vostro Raspberry Pi e scrivete:

sudo git clone https://github.com/PokemonGoF/PokemonGo-Bot

Poi entrate nella cartella con:

cd PokemonGo-Bot

E iniziate l’installazione con:

./setup.sh -i

Dovrete attendere parecchio se non è un Raspberry Pi 3 perché vi installerà diverse cose che molto probabilmente vi mancheranno.
Una volta terminata la procedura vi chiederà di impostare l’account (io vi consiglio l’account Google), inserite 1, poi la mail, la password e le coordinate da cui volete partire (nel formato classico lat, lon numerico).

Finito quello, fate partire il bot con:

./run.sh

Fonte pokemongo.com

Fonte pokemongo.com

Buon divertimento e fate attenzione a non farvi bannare (attivate le pause e rendete il tutto normale)!

Come espandere short URL o tracciare i link in PHP

Se state cercando un modo per espandere gli short url o capire dove i link portano con PHP, vi basterà fare:

$url = “http://goo.gl/lCXVwi”;
$headers = get_headers($url,1);
if (!empty($headers[‘Location’])) {
$headers[‘Location’] = (array) $headers[‘Location’];
$url = array_pop($headers[‘Location’]);
}
echo $url;

E il risultato sarà:

https://marcotini.com

Semplice no?!

Come rimuovere spazi bianchi all’inizio di una stringa in PHP

Se volete rimuovere quei fastidiosi spazi bianchi che a volte nella trasformazione e formattazione di stringhe si creano, vi basterà usare la funzione ltrim in questo modo:

$string = ”   hello world”;
$string = ltrim($string);
echo $string;

Il risultato sarà semplicemente senza spazi iniziali:

“hello world”

Facile no?

Come installare VNC su Raspberry Pi

Andate sul terminale o collegatevi tramite SSH al Raspberry Pi ed eseguite i seguenti comandi:

sudo apt-get install tightvncserver
tightvncserver

E ovviamente scegliete una password e ricordatevela.

Poi eseguite questo comando (modificate la grandezza se volete) per far partire il display:

vncserver :1 -geometry 1920×1080 -depth 24

E collegatevi a questo indirizzo (o al posto di pi.local il vostro hostname o IP).

vnc://pi.local:5901

Se avete un Mac basta fare una nuova connessione al server e inserirlo, su Windows dovete scaricare qualche programma apposta. Mentre su iOS potete scaricare quest’app che è molto veloce e intuitiva.

E inserite la password che avete aggiunto! Semplicissimo no?

Come attivare Apple Pay in Italia

Innanzitutto Apple Pay è compatibile solo con iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 6s, iPhone 6s Plus, iPhone SE ed Apple Watch. E per farlo, a oggi, dovete avere un account Apple ID UK (che andremo a creare passo a passo).

  • Prima di tutto andate su Impostazioni nel vostro iPhone.
  • Poi cliccate su Generali.
  • Alla voce Regione cambiate con Regno Unito.
  • E cliccate su Fine in alto a destra e poi su Continua.
  • Aspettate che il telefono si riavvii.
  • Poi tornate su Impostazioni.
  • Cliccate su Posta, contatti, calendari.
  • Poi su Aggiungi account.
  • E successivamente su iCloud.
  • E in fondo alla pagina cliccate su Crea nuovo ID Apple.
  • Seguite tutti i passaggi, inserite tutti dati (segnatevi le risposte di sicurezza) e alla fine quando vi chiederà cosa impostare, lasciate solo la voce Posta (Contatti, Calendari, Promemoria e Note dovrebbero già essere sincronizzati con il vostro account iCloud di base).
  • Ora uscite dal vostro account su App Store aprendo l’app App Store, andate in fondo alla prima pagina e cliccate sul vostro Apple ID e poi su Esci.
  • Ricliccate quel tasto ed entrate con il vostro account appena creato.
  • Vi dirà che dovete revisionare l’account, quindi cliccate su UK.
  • Seguite tutti i passaggi mettendo dati veritieri e Nessuna carta di credito.
  • Una volta completato, scaricate Boon a questo link e anche qui seguite i passaggi per creare un account Basic che vi darà diritto a 5 sterline gratis (l’equivalente di 6.25 euro allo stato attuale delle conversioni).
  • Aggiungete la carta a Wallet (i passaggi sono veramente semplici) e voilà.
  • Apple Pay è pronto all’uso!
Apple Pay from website

Apple Pay from website

Per ora Apple Pay potrete usarlo semplicemente aprendo l’app Wallet e avvicinandolo (a 10-15 cm ndr) nei POS contactless.
Personalmente l’ho provato sia in un autogrill che al McDonald’s e in entrambi ha funzionato tranquillamente senza problemi.

Se volete aggiungere altri soldi oltre le 5 sterline che vi danno gratis, dovete cambiare tipologia di account e mettere la vostra carta di credito/ricaricabile.

Per altre info: apple.com/apple-pay

Come rendere una pendrive bootabile con El Capitan

Prima di tutto formattate la pendrive chiamandola “USB”, con formato “OS X Extended (Journaled)” e schema “GUID Partition Map”.

Poi scaricate dall’App Store del Mac El Capitan e una volta che ha finito, aprite il terminale ed eseguite:

sudo /Applications/Install\ OS\ X\ El\ Capitan.app/Contents/Resources/createinstallmedia –volume /Volumes/USB –applicationpath /Applications/Install\ OS\ X\ El\ Capitan.app –nointeraction

Inserite la password e aspettate, il gioco è fatto!

Fonte: Emanuele Beffa

Come connettere il Raspberry Pi al Wi-Fi

Per connettere il vostro Raspberry Pi al Wi-Fi innanzitutto dovete averlo connesso o tramite ethernet (e quindi tramite terminale dal vostro computer) o tramite HDMI e tastiera fisica.

In ogni caso, aprite il terminale e modificate questo file con le regole per connettervi al Wi-Fi.

sudo nano /etc/wpa_supplicant/wpa_supplicant.conf

Ad esempio potete inserire (modificando l’ssid e il psk) questa connessione.

network={
ssid=”Network name”
psk=”password”
proto=RSN
key_mgmt=WPA-PSK
pairwise=CCMP
auth_alg=OPEN
}

Ora il vostro Raspberry Pi si connetterà automaticamente al Wi-Fi con quel nome e quella password (a meno che non abbiate modificato anche l’interface).

Come installare Node.js su Raspberry Pi

Volete installare Node.js e su Raspberry Pi? Eseguite da terminale i seguenti comandi:

curl -sL https://deb.nodesource.com/setup_6.x | sudo -E bash –
sudo apt-get install -y nodejs

E per controllare la versione:

nodejs -v

Mentre per eseguirlo e fare qualche test, vi basterà digitare:

nodejs
2+2

Come installare Samba su Raspberry Pi

Se volete installare Samba sul vostro Raspberry Pi, eseguite:

sudo apt-get update
sudo apt-get install samba samba-common-bin
cd /etc/samba
sudo cp smb.conf smb.conf.original
sudo nano smb.conf

Modificate:

# security = user

con

security = user

Eseguite:

sudo /etc/init.d/samba restart

E se il vostro username è “pi”, eseguite (altrimenti cambiate il nome con il vostro):

sudo smbpasswd -a pi

E infine, nel caso vogliate aggiungere una nuova cartella, eseguite:

sudo nano smb.conf

E aggiungete al fondo questo:

[cartella]
comment = Cartella
path = /var/www/download
writeable = yes

Come aggiornare a PHP 7

Presupponendo che abbiate già installato sul vostro sistema una versione più vecchia di PHP, prima andremo a rimuoverla e poi ad installare quella nuova:

sudo apt-get install python-software-properties
sudo add-apt-repository ppa:ondrej/php-7.0
sudo apt-get update
sudo apt-get purge php5-fpm
sudo apt-get install php7.0 php7.0-fpm php7.0-mysql
sudo apt-get –purge autoremove

Come installare Plex su Raspberry Pi

Installarlo è abbastanza semplice e non dovreste incontrare difficolta se non avete fatto troppe modifiche a Raspbian.

Incollate queste righe di comando nel terminale e attendete (potrebbe richiedere anche diversi minuti quando compatta l’archivio, quindi non spaventatevi o provate ad interrompere… aspettate).

cd ~
wget http://dev2day.de/skeleton.tgz
tar -xzf skeleton.tgz
wget https://downloads.plex.tv/plex-media-server/0.9.12.19.1537-f38ac80/PlexMediaServer-0.9.12.19.1537-f38ac80-arm7.spk
mv PlexMediaServer-0.9.12.19.1537-f38ac80-arm7.spk PlexMediaServer-0.9.12.19.1537-f38ac80-arm7.tgz
tar -xvf PlexMediaServer-0.9.12.19.1537-f38ac80-arm7.tgz
tar -xvf package.tgz -C skeleton/usr/lib/plexmediaserver
rm -r skeleton/usr/lib/plexmediaserver/dsm_config
cd skeleton/usr/lib/plexmediaserver
find . -iname “*.so” -exec chmod 644 {} \;
find . -iname “*.so.*” -exec chmod 644 {} \;
cd ~
sudo apt-get install fakeroot -y
fakeroot dpkg-deb –build skeleton ./
sudo dpkg -i plexmediaserver*
rm skeleton.tgz
rm -R ~/skeleton
rm plex*.deb
sudo apt-get install libexpat1 -y
sudo apt-get install mkvtoolnix -y

E ora andate da browser e aggiungete :32400/web/index.html al fondo del vostro IP o del vostro hostname (di solito raspberrypi.local).

Fonte: http://www.htpcguides.com/install-plex-media-server-on-raspberry-pi-2/