Come installare giochi EA Origin su Linux

Se volete acquistare giochi EA su Amazon, cliccate su questo link

Per farlo vi basterà installare Lutris come vi indicato in questo articolo e poi da lì sarà un gioco da ragazzi.

Come potete vedere dallo screenshot qui sotto sono riuscito a installare The Sims 4 su Ubuntu e ad eseguirlo senza alcun problema.

La compatibilità dei giochi potete trovarla qui lutris.net/games

Come tenere aggiornato Ubuntu

Facendo gli aggiornamenti.

Sembra facile eh? Però sì, in effetti lo è davvero su Ubuntu e possono essere fatti anche senza terminale. Vi basterà aprire il programma Software Updater (anche se di default dovrebbe comparirvi in automatico nel caso rilevasse degli aggiornamenti) e cliccare su installa!

Se invece volete aggiornare proprio Ubuntu, seguite questa guida.

Come installare Sonarr su Raspberry Pi

Se volete installare Sonarr sul vostro Pi (o anche qualsiasi altra distribuzione Debian o Ubuntu), vi basterà seguire questi semplici passaggi (la documentazione intera la trovate qui):

sudo apt-key adv --keyserver keyserver.ubuntu.com --recv-keys 0xA236C58F409091A18ACA53CBEBFF6B99D9B78493
echo "deb http://apt.sonarr.tv/ master main" | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/sonarr.list
sudo apt update
sudo apt install nzbdrone

Poi attivate il servizio:

sudo nano /etc/systemd/system/sonarr.service

E incollate:

 [Unit]
 Description=Sonarr Daemon
 After=network.target
 
 [Service]
 # Change and/or create the required user and group.
 User=pi
 Group=pi
 
 # The UMask parameter controls the permissions of folders and files created.
 #UMask=002
 
 # The -data=/path argument can be used to force the config/db folder
 ExecStart=/usr/bin/mono --debug /opt/NzbDrone/NzbDrone.exe -nobrowser
 
 Type=simple
 TimeoutStopSec=20
 KillMode=process
 Restart=on-failure
 
 [Install]
 WantedBy=multi-user.target

E finalmente attivate il servizio:

sudo systemctl enable --now sonarr.service

Ora andate da browser su http://raspberrypi.local:8989

La cartella con tutta la configurazione potete trovarlo su (così da poter fare backup vari o esportazione di tutto):

/home/pi/.config/NzbDrone

Come installare Ubuntu su Mac tramite USB

Se state cercando a una soluzione pulita per installare Ubuntu su un SSD esterno (o un hard disk o pendrive) da utilizzare con il vostro Mac, ecco a voi una guida abbastanza veloce.

Prima di tutto dovete formattare il supporto (in questo caso un SSD della Crucial, link ad Amazon):

Formattatelo in Mac OS Extended con GUID Partition Map.

Create una macchina virtuale con Ubuntu (https://ubuntu.com/download/desktop) e nelle impostazioni dell’USB selezionate che volete la compatibilità con USB 3.0:

Una volta avviata la macchina virtuale, collegatelo dalle impostazioni (in questo caso ho usato VMware Fusion per macOS):

Aspettate che si carichi la live di Ubuntu:

E dovreste ritrovarvi a una schermata simile a questa:

Seguite i passaggi per installare Ubuntu:

Selezionate la lingua, la tastiera e proseguite:

Io preferisco fare un’installazione minimale:

Proseguite selezionando Something else nella scelta della partizione:

Dovrebbe comparirvi il secondo drive sdb (l’sda è quello virtuale):

Cancellate l’sdb2 (e non l’efi che vi servirà per avviarlo) cliccando con il tasto destro:

Cliccate di nuovo con il destro e create una nuova partizione:

Selezionate ext4:

Proseguite selezionando sdb come disco:

Confermate e attendete che formatti e installi il tutto:

Una volta finita la procedura, la macchina virtuale si riavvierà. Voi potrete spegnerla o sospenderla, riavviare il vostro Mac con l’SSD collegato e tener premuto il tasto option.

Selezionate quindi l’icona dell’SSD con Ubuntu e volendo, installatevi rEFInd per comodità e non avere il classico boot manager di Apple.

Come aggiornare a Ubuntu 18.10

Avevamo visto come aggiornare a Ubuntu 18.04 qualche mese fa, però a quanto pare il tempo scorre più veloce del previsto… quindi ecco a voi come aggiornare a Ubuntu 18.10!

Fate tutti i backup del caso e assicuratevi di non perdere file o configurazioni varie. Se siete pronti, iniziamo!

Aprite il terminale o collegatevi in SSH ed eseguite:

sudo apt update
sudo apt dist-upgrade

Cambiate in questo file la sigla da lts a normal:

sudo nano /etc/update-manager/release-upgrades

E poi eseguite:

do-release-upgrade

Come riconfigurare il layout della tastiera su Ubuntu

Se anche voi avete appena installato Ubuntu e siete da terminale ma non riuscite neanche a premere un trattino o uno slash, direi che questo comando fa per voi:

sudo dpkg-reconfigure keyboard-configuration

Seguite i passaggi e selezionate la vostra tastiera! Funziona anche nel caso siate da macchina virtuale.

Come installare phpMyAdmin

Lo so, avevamo già trattato l’argomento phpMyAdmin con una bella guida su come rimuoverlo. Oggi però vediamo come installarlo, indipendentemente da quale sia il vostro sistema operativo.

Se avete Debian o Ubuntu (presupponendo che sia all’ultima versione) vi basterà eseguire dal terminale:

sudo apt install phpmyadmin

Seguite poi i passaggi a schermo e controllate che sia tutto corretto da browser.

Se invece avete Arch:

pacman -S phpmyadmin php-mcrypt

Modificate il file:

nano /etc/php/php.ini

Aggiungendo:

Alias /phpmyadmin "/usr/share/webapps/phpMyAdmin"
 <Directory "/usr/share/webapps/phpMyAdmin">
  DirectoryIndex index.php
  AllowOverride All
  Options FollowSymlinks
  Require all granted
 </Directory>i

E alla fine di:

nano /etc/httpd/conf/httpd.conf

Aggiungete questa riga:

Include conf/extra/phpmyadmin.conf

Riavviate con systemctl restart httpd e voilà.

Come installare Docker su Ubuntu

Molto semplicemente, se volete installare Docker sul vostro computer (o macchina virtuale che sia), vi basterà aprire il terminale o collegarvi tramite SSH ed eseguire:

sudo curl -sSL https://get.docker.com/ | sh

Aspettate che scarichi il necessario e che installi tutte le dipendenze. Sarete subito pronti a fare il vostro primo pull (spero sappiate cosa sia, altrimenti… la documentazione è vostra amica) e divertirvi con Docker.

Oppure, se preferite snap:

sudo snap install docker

Come aggiornare a Ubuntu 18.04

Il mio consiglio è sempre quello di installare un sistema operativo da zero, senza fare aggiornamenti incrementali perché rischiate che qualcosa vada storto o non venga aggiornato come dovrebbe.

Nel caso, vi basta scaricare la nuova ISO e installarlo alla vecchia maniera.

Però mettiamo il caso che siete ancora alla versione 17, o 16, o addirittura alla 14 e volete usare il terminale per fare tutto, beh ecco a voi come fare:

sudo apt install update-manager-core
sudo do-release-upgrade -d

Se invece avevate già attivato tramite le impostazioni, vi basta fare un bel:

sudo apt dist-upgrade

Ubuntu 18.04 in macchina virtuale

Ora godetevi il nuovo aggiornamento. Alla prossima! Ah e non dimenticatevi di sistemare la tastiera in italiano (se è quella che usate ovviamente).