Raspberry Pi: come eseguire il boot da USB

Sappiate in anticipo che prestazioni del vostro Raspberry Pi cambieranno (in meglio) drasticamente, in quanto ovviamente (qui l’articolo per fare lo speed test alla microSD) una microSD è drasticamente più lenta di un hard disk o meglio ancora SSD.

Prima di tutto dovete cambiare l’ordine del boot e potete farlo eseguendo sul terminale:

sudo raspi-config

Andate alla sesta voce: 6 Advanced Options e poi su A6 Boot Order
Selezionate USB Boot e salvate!

Vi verrà richiesto di riavviare, riavviate. Quando si sarà riavviato, spegnetelo e staccatelo dalla corrente.

Installate sopra la pendrive, hard disk o ssd Raspberry Pi OS seguendo questi classici passaggi con l’installar ufficiale. Attaccatelo nella porta USB più veloce (nel caso di Raspberry Pi 4 sono quelle blu).

E voilà, il vostro piccolo Rasp farà il boot da USB!

Photo by Vishnu Mohanan on Unsplash

Come rimuovere utenti su Raspberry Pi

So che non è una procedura da tutti i giorni, ma nel caso abbiate creato qualche utente (magari con l’utilizzo di Samba) e ora volete cancellarlo, ecco il comando semplice semplice.

Se volete rimuovere anche la cartella home:

sudo deluser -remove-home pi

Altrimenti solamente:

sudo deluser pi

E voilà.
Fate però massima attenzione quando effettuate queste operazioni, un backup è sempre richiesto e necessario.

Come installare Raspberry Pi OS

Sì avete letto bene: Raspberry Pi OS e non Raspbian. La Raspberry Pi Foundation ha deciso di seguire Apple in termini di nomenclatura (e non per l’USB-C) per semplificare le cose.

La procedura è sostanzialmente sempre la stessa, potete usare questa modalità usando balenaEtcher oppure usare il nuovo tool che viene fornito direttamente sul sito di Raspberry Pi:

Screenshot di Raspberry Pi Imager per macOS

Potete trovare tutti i link per il download qui:

Inserite le microSD, selezionate la versione da 32bit (nel caso non vogliate provare già quella da 64bit) e poi premete su Write!