Come ridimensionare un disco su Ubuntu

Mettiamo caso che voi abbiate creato una macchina virtuale con Proxmox e ora vogliate ridimensionare la grandezza dell’hard disk. Come fate?

Beh, vediamo subito come fare!
Prima di tutto cambiate la dimensione dall’host machine di quanto volete. Poi entrate dentro la macchina guest ed eseguite:

sudo fdisk -l /dev/sda | grep ^/dev

E controllate quale sia la dimensione effettiva. Poi eseguite:

sudo parted /dev/sda

Successivamente eseguite:

resizepart 2

E se vi viene richiesto:

Warning: Partition /dev/sda2 is being used. Are you sure you want to continue?
Yes/No?

Confermate scrivendo letteralmente:

yes

Controllate che sia tutto a posto con:

sudo fdisk -l /dev/sda | grep ^/dev

E poi eseguite il comando:

sudo resize2fs /dev/sda2

Così anche con:

df -h

E dovrebbe essere uguale a quello che avete scelto in precedenza nell’host. Semplice no?

Photo by 铮 夏 on Unsplash

Se avete bisogno di altre informazioni, vi suggerisco di procedere la lettura sul sito https://pve.proxmox.com/wiki/Resize_disks

Come tenere aggiornato Ubuntu

Facendo gli aggiornamenti.

Sembra facile eh? Però sì, in effetti lo è davvero su Ubuntu e possono essere fatti anche senza terminale. Vi basterà aprire il programma Software Updater (anche se di default dovrebbe comparirvi in automatico nel caso rilevasse degli aggiornamenti) e cliccare su installa!

Se invece volete aggiornare proprio Ubuntu, seguite questa guida.

Come installare Lutris su Ubuntu

In modo facile e veloce potrete giocare ai vostri giochi preferiti di Windows anche su Linux. Aprite subito il terminale ed eseguite:

sudo add-apt-repository ppa:lutris-team/lutris
sudo apt update
sudo apt install lutris

Nel caso invece non abbiate Ubuntu, vi rilascio direttamente alla pagina di download del sito di Lutris: lutris.net/downloads/

Come installare Plex su Ubuntu

Qualche mese fa avevamo visto come installare Plex su Raspberry Pi. Oggi vediamo come installarlo su Ubuntu (quello provato da me è la versione 19.10):

sudo snap install plexmediaserver

Se invece volete utilizzare la versione senza l’utilizzo di snap:

echo deb https://downloads.plex.tv/repo/deb public main | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/plexmediaserver.list curl https://downloads.plex.tv/plex-keys/PlexSign.key | sudo apt-key add - 

Poi eseguite un aggiornamento:

sudo apt update
sudo apt upgrade

E ora procediamo con l’installazione:

sudo apt install plexmediaserver

Ora potete andare sul vostro browser preferito su:

http://ubuntu.local:32400

Ed ecco a voi: Plex!

Come configurare un indirizzo IP statico su Ubuntu

Da Ubuntu versione 19.10 (presupponendo che non stiate utilizzando delle versioni vecchie) la procedura è cambiata:

sudo nano /etc/netplan/*.yaml

E modificatelo così (modificate le informazioni in grassetto, potete verificare la vostra scheda di rete con il comando ip a):

network:
     ethernets:
         ens1:
             dhcp4: false
             addresses: [10.0.0.5/24]
             gateway4: 10.0.0.1
             nameservers:
                 addresses: [8.8.8.8]
     version: 2 

Poi aggiornate netplan con:

sudo netplan apply

Controllate poi che il DNS sia correttamente cambiato con:

systemd-resolve --status | grep 'DNS Servers' -A2

Come rimuovere la grafica a Ubuntu

E per rimuovere la grafica intendo tutte le componenti grafiche, nel caso lo vogliate usare il vostro sistema senza un display o comunque senza desktop, finestre ecc.

Può essere molto utile se lo utilizzate come server sempre acceso (H24 e non vi serve la desktop GUI) e non volete che vi venga occupata RAM inutilmente (considerate che si può risparmiare davvero tanto in molti casi, quali macchine virtuali o sistemi ARM).

Molto semplicemente aprite il terminale o collegatevi tramite SSH ed eseguite:

sudo systemctl set-default multi-user.target

Questo comando dovrebbe funzionarvi dalla versione 15 in poi, quindi molto probabilmente sarà compatibile con la vostra versione. Se così non fosse, correte ad aggiornare!

Nel caso invece vogliate tornare indietro, il comando è:

sudo systemctl set-default graphical.target

Come aggiornare a Ubuntu 18.10

Avevamo visto come aggiornare a Ubuntu 18.04 qualche mese fa, però a quanto pare il tempo scorre più veloce del previsto… quindi ecco a voi come aggiornare a Ubuntu 18.10!

Fate tutti i backup del caso e assicuratevi di non perdere file o configurazioni varie. Se siete pronti, iniziamo!

Aprite il terminale o collegatevi in SSH ed eseguite:

sudo apt update
sudo apt dist-upgrade

Cambiate in questo file la sigla da lts a normal:

sudo nano /etc/update-manager/release-upgrades

E poi eseguite:

do-release-upgrade

Come riconfigurare il layout della tastiera su Ubuntu

Se anche voi avete appena installato Ubuntu e siete da terminale ma non riuscite neanche a premere un trattino o uno slash, direi che questo comando fa per voi:

sudo dpkg-reconfigure keyboard-configuration

Seguite i passaggi e selezionate la vostra tastiera! Funziona anche nel caso siate da macchina virtuale.

Come aggiornare a Ubuntu 18.04

Il mio consiglio è sempre quello di installare un sistema operativo da zero, senza fare aggiornamenti incrementali perché rischiate che qualcosa vada storto o non venga aggiornato come dovrebbe.

Nel caso, vi basta scaricare la nuova ISO e installarlo alla vecchia maniera.

Però mettiamo il caso che siete ancora alla versione 17, o 16, o addirittura alla 14 e volete usare il terminale per fare tutto, beh ecco a voi come fare:

sudo apt install update-manager-core
sudo do-release-upgrade -d

Se invece avevate già attivato tramite le impostazioni, vi basta fare un bel:

sudo apt dist-upgrade

Ubuntu 18.04 in macchina virtuale

Ora godetevi il nuovo aggiornamento. Alla prossima! Ah e non dimenticatevi di sistemare la tastiera in italiano (se è quella che usate ovviamente).