Come ricevere i token di Universa

Qualche mese fa avevamo visto come acquistare Bitcoin tramite Coinbase e non avevo parlato di Universa o di cosa si occupava.

Screenshot dal sito web di Universa

Nel caso però abbiate partecipato all’ICO, vi consiglio di dare una lettura a questo documento per capire come ricevere i loro token: https://kb.universa.io/receiving_your_token_sale_utn_tokens/70

Se avete dei problemi non esitate a contattarli tramite Telegram.

Come annullare una transazione Bitcoin

Non si può. Ecco, il titolo è ovviamente fuorviante perché no, non si può annullare una transazione Bitcoin.

Una volta che avete inviato i vostri Bitcoin a qualche indirizzo pubblico, non potrete tornare indietro. Quindi se sbagliate a incollare l’indirizzo oppure li mandate a qualche indirizzo non compatibile con Bitcoin, andranno persi per sempre.

È capitato a tante persone aver inviato Bitcoin in indirizzi di Bitcoin Cash o il contrario e veder perso tutto.

Purtroppo, anzi direi per fortuna, una volta mandata la transazione e registrata nella blockchain, non c’è più modo di tornare indietro o annullare.
Quindi dovete prestare massima attenzione a come conservate la vostra chiave privata per evitare che qualche malintenzionato entri in possesso di quella stringa.

Se qualcuno riesce a scoprirla o ricavarla dai vostri seeds, nessuno potrà tornare indietro e ridarvi i vostri Bitcoin.

Transazione esempio su blockchain.info

Tutto questo discorso vale anche per le altre criptovalute e per i sistemi a blockchain, una volta inserito in blockchain, tutti sanno cos’è successo e non si può tornare indietro a meno di un fork.

Com’è fatta una chiave pubblica Bitcoin

E dopo aver visto com’è fatta quella privata, ecco a voi una chiave pubblica (sì, è la sua corrispettiva):

1MyCDj8GC7kyzVjV7hz5WAGAF5DVFqteu

Vi aspettavate qualcosa di più entusiasmante? Purtroppo è solo questo, una semplice stringa alfanumerica! Spesso potrete vederle in giro con un QR code così da poterla semplicemente scansionare.

Per controllare che ha realmente 0 BTC all’interno, potete vedere nell’explorer qua: https://blockchain.info/address/1MyCDj8GC7kyzVjV7hz5WAGAF5DVFqteu

Com’è fatta una chiave privata Bitcoin

L4RXLfexeJTF2B42DsZry46adsWzax1RGcZMAxWJ35Zq9a3SppAM

Così. Ecco com’è fatta una chiave privata di Bitcoin. Pensavate fosse qualcosa di complicato o spaventoso?

Tutto qua, una semplice stringa che vi permette di firmare delle transazioni (l’invio in questo caso di Bitcoin) a un destinatario, del quale ovviamente dovete conoscere la chiave pubblica.

Ovviamente in questa chiave non c’è nulla, nessuno ha mai spedito Bitcoin quindi il suo balance è zero. Ma se volete mandarne… siete i benvenuti!

Ricordate sopratutto che una chiave privata va tenuta segreta (è privata shhh).

Cos’è una chiave pubblica

Dopo aver visto cos’è una chiave privata, vi spiegherò in modo semplice cos’è una chiave pubblica.

Anche questa, come la chiave privata, è una stringa alfanumerica di dimensione fissa che vi permette di ricevere, nel caso delle criptovalute, dei soldi.

Spesso quando vedete dei QR code di wallet, hanno questo all’interno: una stringa al quale poter mandare dei soldi. Serve al mittente, non al destinatario (se non per visualizzare quanti soldi ha effettivamente).

Cos’è una chiave privata

Ok detta così può sembrare una cosa assurda. Qualcosa di complicato, piuttosto che qualcosa di semplicissimo.
A molti di voi potrà sembrar banale se siete già nel mondo delle criptovalute, ma se non lo siete e ci state entrando adesso… beh, queste mini spiegazioni fanno al caso vostro.

Una chiave privata è una stringa di lunghezza fissa (o variabile, dipende dal caso) che, nel caso delle criptovalute, vi permette di firmare le transazioni e quindi poter spendere i vostri soldi.

Chiunque entra in possesso della vostra chiave privata, quindi, a tutti gli effetti, può rubarvi i vostri cari e amati Bitcoin. Ecco perché quando spesso sentite parlare che hanno rubato delle valute digitali, si parla proprio di questo, che qualcuno ha avuto accesso alla chiave privata di qualche wallet e si è trasferito tutte le coin sul proprio wallet.

Come acquistare Bitcoin su Coinbase

Comprare Bitcoin tramite Coinbase è davvero facilissimo. E non lo dico tanto per, ma perché è davvero semplicissimo!

Presupponendo che vi siate iscritti (se non l’avete fatto, fatelo da qua che vi danno 10 dollari gratis) e abbiate capito su quale criptomoneta investire (spero che diversifichiate il vostro investimento così da essere più sicuri, nonostante la grande volatilità che hanno le criptovalute), una volta verificato il documento d’identità o patente che sia, acquistarli è davvero semplicissimo.

Andate nella schermata Acquista/Vendi e selezionate la criptovaluta che volete acquistare, l’importo che desiderate comprare e proseguite cliccando su Acquista Bitcoin subito come nella schermata qua sotto!

Poi controllate l’importo e se le commissioni sono come vi eravate calcolati.

E se è tutto come pensavate… cliccate su Conferma acquisto!

Voilà, avrete subito disponibili gli importi selezionati. Semplicissimo no?

Link per acquistare e ottenere 10 dollari gratis acquistandone almeno 100.

Cos’è Coinbase e come iscriversi

Coinbase è un exchange online in cui è possibile acquistare criptovalute in modo semplice e veloce. È il più facile in assoluto tra tutti gli exchange.

Potete pagare sia con carte di credito, che di debito con una commissione del 3.99% (sembrerà alta, ma in questo mondo non lo è, vista la comodità e la rapidità con cui ve le fanno acquistare) e tramite bonifico solo 15 centesimi.

Se volete iscrivervi potrete farlo ottenendo 10 dollari di bonus se vi iscrivete da questo link e acquistate almeno 100 dollari (circa 90 euro) di criptovalute.


All’interno di Coinbase potrete acquistare Bitcoin, Ethereum o Litecoin. E a gennaio 2018 dovrebbe arrivare anche Bitcoin Cash (che è diverso da Bitcoin classico).

Una volta iscritti vi chiederanno di confermare un documento, caricate la carta d’identità o la patente (devono essere scansionati bene, senza luci e ombre) e successivamente inserirete la vostra carta di credito o di debito per fare l’acquisto!

Semplice no? Pensavate fosse più difficile?

Cos’è un exchange

Il termine exchange viene utilizzato per indicare tutti quei siti web che vi permettono di scambiare valute estere o criptovalute.

Attualmente ce ne sono tantissimi, alcuni validi, altri un po’ meno. Ci sono stati scandali in passato perché hanno subito hackeraggi o sono stati chiusi dai creatori, senza dare indietro i soldi alla gente (un po’ quello che non dovrebbe succedere con le banche).

Potreste incontrare servizi online che vi promettono di comprare Bitcoin o altre criptovalute (non sto a fare nomi ma spesso quelli più pubblicizzati online o quelli che ricevete nella sezione spam della vostra posta, potrebbero farvi capire quali intendo) ma che in realtà vi vendono delle sottospecie di contratti interni, che non sono in realtà delle valute vere e proprio. Scommettono sul prezzo, sull’andamento e hanno una scadenza.

Giusto per fare qualche nome, gli exchange più famosi (fonte) sono Bitfinex, Binance, Bittrex, Poloniex, Bithumb e GDAX (o Coinbase).

Altra nota: se dei siti web vi offrono guadagni immediati o costi inferiori a quelli di mercato diffidate e fate qualche ricerca online.