Come accendere il condizionatore con l’iPhone

Qualunque sia il vostro condizionatore, qualsiasi sia la marca, anche se vecchissimo o modernissimo: potrete gestirlo comodamente dal vostro iPhone o iPad.

E non solo accenderlo, anche spegnerlo, impostare la temperatura, tempistiche… il tutto senza il telecomando tradizionale. Volendo anche da remoto (così da avere casa già bella fresca prima di arrivare a casa)!

Dovrete acquistare, come per la tv, un Broadlink che vi permette di mandare segnali a infrarossi (la tecnologia utilizzata dal vostro telecomando per comunicare con il condizionatore, qualsiasi sia la marca). Potete acquistarlo da Amazon da qui oppure su Gearbest.

Schermata d’esempio per gestire la temperatura del condizionatore

Per configurarlo invece avete due scelte, o utilizzare Domoticz oppure direttamente da Homebridge. In ogni caso avrete bisogno di un Raspberry Pi se non volete utilizzare l’app ufficiale di Broadlink che lascia molto a desiderare in quanto ad usabilità.

Con Domoticz dovrete creare dei sensori virtuali ed eseguire questo script. Altrimenti con Homebridge potete semplicemente installarlo eseguendo:

 npm i homebridge-broadlink-rm

E potete configurare tutti i tasti seguendo la documentazione.

Come gestire HomeKit da remoto

Abbiamo visto cos’è HomeKit, ma non ho specificato come poter gestire tutti i sensori, luci e accessori da remoto. E per remoto intendo fuori dalla vostra rete locale di casa (o ufficio nel caso vogliate usarlo al lavoro).

Rullo di tamburi… dovete avere… o l’Apple TV o un iPad o l’HomePod!

Immagine presa dal sito di Apple

Già, sapete come funziona con Apple, sistema chiuso: regole ferree.

Detto questo: non c’è neanche bisogno che vi spieghi come vada configurato, sarà tutto già in automatico selezionato non appena viene rilevato il vostro iPad (dovete avere lo stesso Apple ID dell’iPhone con il quale avete configurato l’app Casa) o l’Apple TV.

Nel caso non venga fatto in automatico, aprite l’app Casa e cliccate sull’icona in alto a sinistra per configurarlo come Home Hubs.

Come aggiornare Homebridge

Se avete installato Homebridge tramite questa procedura e volete aggiornarlo (di solito correggono bug o migliorano la stabilità) vi basterà aprire il terminale ed eseguire:

sudo npm update --global homebridge

Salvo gravi problemi, dovrebbe aggiornarsi in pochi secondi.

E dovrebbe anche tornare tutto attivo, nel caso riavviate il servizio di Avahi con:

sudo service avahi-daemon restart

Come installare Homebridge

Installare Homebridge è semplicissimo, vi basterà prima di tutto installare qualche dipendenza. Iniziamo con Node:

curl -sL https://deb.nodesource.com/setup_8.x | sudo -E bash -
sudo aptinstall nodejs -y

Poi nel caso non li abbiate installati, installate anche:

sudo aptinstall libavahi-compat-libdnssd-dev

E ora finalmente installiamo Homebridge con:

sudo npm install -g --unsafe-perm homebridge

Progetto di Homebridge su GitHub

Ora create un file .config con:

sudo nano ~/.homebridge/config.json

E incollate qualcosa tipo:

{
"bridge": {
        "name": "Homebridge",
        "username": "AB:12:CD:34:EA:12",
        "port": 1234,
        "pin": "123-12-123"
},

"description": "This is an example configuration file with one fake accessory and one fake platform.",

"platforms": [{
"platform": "eDomoticz",
"name": "eDomoticz",
"server": "127.0.0.1",
"port": "8080",
"ssl": 0,
"roomid": 0,
"mqtt": {

"host": "127.0.0.1",
"port": 1883,
"topic": "domoticz/out",
"username": "user",
"password": "pass"

}}]}

Che è la configurazione nel caso abbiate il plugin per Domoticz. Lo installate semplicemente eseguendo:

sudo npm install -g homebridge-edomoticz

Ora esrguite Homebridge eseguendo (nel caso usate sudo davanti):

homebridge

Se volete eseguire Homebridge come fosse un servizio seguite questa guida.
Mentre nel caso non vi appaia nell’app Casa (Home se avete l’iPhone o l’iPad in inglese) seguite questa.

Come installare Domoticz

Dopo aver visto come compilare Domoticz, vediamo ora come installare semplicemente questo magnifico programma sul vostro Raspberry Pi o su qualunque altro computer/macchina virtuale/server.

Loggatevi tramite SSH e molto semplicemente eseguite:

sudo curl -L install.domoticz.com | bash

Finito! Sì proprio così, è davvero così semplice avere un server per gestire sensori, lampadine e qualunque altro oggetto IoT.

Ovviamente ci vorrà qualche minuto perché vi scarichi tutto lo script e prosegua con l’installazione, ma vi basterà dare qualche conferma per ritrovarvi tutto installato!

Una volta finito andate da browser all’indirizzo IP del vostro server (se usate un Raspberry e non avete cambiato hostname vi basterà andare su http://raspberrypi.local).

Come configurare il gateway della Xiaomi con Homebridge

Non so se lo conoscete, ma il gateway della Xiaomi è un dispositivo in grado di gestire i sensori di movimento, di apertura e chiusura porte, di temperatura e pressione.

Sfortunatamente esso non è compatibile con HomeKit di Apple, quindi per poterlo gestire con un iPhone è necessario utilizzare un dispositivo che faccia da ponte tra quello e l’infrastruttura Apple. Cosa non meglio di un bel Raspberry Pi?

Prima di tutto dovete installare Homebridge come vi ho spiegato qua. Successivamente dovete attivare l’opzione sviluppatore sull’app Mi Home della Xiaomi (che se non avete un dispositivo Android, dovrete emularlo con qualche programma tipo Bluestack) e recuperare l’username e password.

Dovreste vedere una schermata simile a questa (nonostante abbia ancora dei problemi di traduzione dal cinese all’inglese):

Ora spostatevi nella home:

cd /home/pi
sudo git clone https://github.com/marcotini/homebridge-xiaomi
cd homebridge-xiaomi
sudo npm install

Ora andate nella cartella di Homebridge:

sudo nano /home/pi/.homebridge/config.json

E configuratelo così (ovviamente con i codici che avete trovato nell’app):

{
"platforms": [
{
"platform": "AqaraPlatform",
"sid": ["0123456789abc"],
"password": ["0123456789abc"]
}]
}

Poi eseguite:

homebridge

E se tutto funziona correttamente, potrete vedere i vostri sensori direttamente sull’app Casa del vostro iPhone.

Come compilare Domoticz

…dalla sorgente (quindi non la versione già compilata scaricabile facilmente) con le modifiche che vi parlerò più avanti.

Prima di tutto se siete da Raspberry, aumentate lo SWAP a 512 perché altrimenti rischiate di metterci un’eternità. Eseguite sudo nano /etc/dphys-swapfile

E cambiate la riga CONF_SWAPFILE=100 in CONF_SWAPFILE=512

Riavviate con sudo reboot now

E nel caso abbiate già installata la versione normale, stoppatelo ed eseguite questi comandi (salveranno una copia in locale, installeranno make e gcc per compilare)

sudo su
service domoticz stop
cd /home/pi/
git clone https://github.com/marcotini/domoticz.git domoticz.new
cp -avr domoticz.new domoticz.source
cd domoticz.new
apt-get install cmake make gcc g++ libssl-dev git curl libcurl4-openssl-dev libusb-dev wiringpi
apt-get install libblkid-dev e2fslibs-dev libboost-all-dev libaudit-dev
apt-get install python3-dev
cmake -DCMAKE_BUILD_TYPE=Release CMakeLists.txt
make -j 3
cd ..
mv domoticz domoticz.old
mv domoticz.new domoticz
sudo service domoticz start

Website http://domoticz.com

E voilà, andate su raspberrypi.local:8080 e il gioco è fatto!