Come installare Arch Linux

Prima di tutto scaricate l’iso e create una pendrive bootabile o nel caso di una macchina virtuale, semplicemente trascinate il file durante la creazione (nel caso non ci sia Arch selezionate Linux Kernel 4 a 64bit).

Appena l’iso fa il boot, selezionate Boot Arch Linux (x86_64) dall’elenco per selezionare la versione a 64 bit.

Una volta dentro, provate a vedere se internet funziona facendo un semplice:

ping 1.1.1.1

Iniziamo con i primi check, eseguite:

fsdisk -l

E controllate d’avere il /dev/sda disponibile con almeno 20 GB.
Ora formattiamo con:

cfdisk

Selezionate dos dall’elenco e poi selezionate il Free space che vedete. Scrivete 10G e poi cliccate su [primary].

Successivamente su [bootable] e poi su [write]. Scrivete a parole yes per confermare.

Effettuate la stessa operazione per altre 2 volte ma con 2G e il restante (quindi teoricamente 8G se ne avete dedicati almeno 20) per la seconda.

Ora formattiamo le tre partizioni con:

mkfs.ext4 /dev/sda1
mkfs.ext4 /dev/sda3
mkswap /dev/sda2

Attiviamo lo swap per la seconda:

swapon /dev/sda2

Montiamo la prima partizione:

mount /dev/sda1 /mnt
mkdir /mnt/home
mount /dev/sda3 /mnt/home

E iniziamo con l’installazione:

pacstrap /mnt base base-devel

Appena ha finito, eseguite questo (serve per il mounting automatico):

genfstab /mnt>> /mnt/etc/fstab

Ora configuriamo il locale (spostandoci nel percorso di installazione):

arch-chroot /mnt /bin/bash
nano /etc/locale.gen

E togliete il commento alla riga:

en_US.UTF-8 UTF-8

Salvate con il classico CTRL+X, Y. Ed eseguite:

locale-gen

Poi modifichiamo la lingua con:

nano /etc/locale.conf

Ed incollate:

LANG=en_US.UTF-8

Sincronizziamo le modifiche con:

ls /usr/share/zoneinfo

E selezionate la vostra zona, ad esempio:

ln –s /usr/share/zoneinfo/Europe/Rome /etc/localtime

Modifichiamo l’ora con:

hwclock --systohc --utc

Ora modifichiamo la password con il classico:

passwd

Se volete, modificate l’hostname con:

nano /etc/hostname

Apportate le modifiche salvando. Ora abilitiamo il DHCP con:

systemctl enable dhcpcd

Adesso installiamo il grub (ci permetterà di scegliere il sistema operativo all’avvio):

pacman –S grub os-prober

Premete yes ed eseguite:

grub-install /dev/sda

Poi configuratelo con:

grub-mkconfig –o /boot/grub/grub.cfg

Ora uscite e riavviate:

exit
reboot

Non è stato difficile, veeero? BTW I don’t use Arch.

Come installare phpMyAdmin

Lo so, avevamo già trattato l’argomento phpMyAdmin con una bella guida su come rimuoverlo. Oggi però vediamo come installarlo, indipendentemente da quale sia il vostro sistema operativo.

Se avete Debian o Ubuntu (presupponendo che sia all’ultima versione) vi basterà eseguire dal terminale:

sudo apt install phpmyadmin

Seguite poi i passaggi a schermo e controllate che sia tutto corretto da browser.

Se invece avete Arch:

pacman -S phpmyadmin php-mcrypt

Modificate il file:

nano /etc/php/php.ini

Aggiungendo:

Alias /phpmyadmin "/usr/share/webapps/phpMyAdmin"
 <Directory "/usr/share/webapps/phpMyAdmin">
  DirectoryIndex index.php
  AllowOverride All
  Options FollowSymlinks
  Require all granted
 </Directory>i

E alla fine di:

nano /etc/httpd/conf/httpd.conf

Aggiungete questa riga:

Include conf/extra/phpmyadmin.conf

Riavviate con systemctl restart httpd e voilà.